Seleziona una pagina

Blog

Blog

Constantinople: New Age for Ethereum

Posted on Mar 28, 2019

Pepeeta - Constantinople New Age for Ethereum

 

The second largest bifurcation of Ethereum, Constantinople, finally took place on February 28, 2019.
Around 7:30 pm the block number 7.280.000 of the Ethereum blockchain was mined which brought into effect the long-awaited update that will project Ethereum in a “new era”.

What is Costantinople?

Costantinople is a “hard fork” or a clear break in the path that Etherum has begun to follow, moving away from the previous Byzantium.

What are the innovations introduced by Constantinople?

Costantinople brings 5 Ethereum Improvement Proposal (EIP), necessary to make less abrupt the transaction from a Proof-of-Work (PoW) consensus algorithm to a Proof-of-Stake (PoS) algorithm, much more efficient from an energy point of view, which today is programmed in the next hard fork: “Istanbul”.

What is an Ethereum Improvement Proposal?

The Ethereum Improvement Proposals are based on the concept that Ethereum is a network open source owned by its own community. There are no single entities that decide how to upgrade the network. This means that anyone in the community can make suggestions to improve the network and these suggestions take the form of EIP (Ethereum improvement proposals).

What are the new EIPs?

The EIP 145 proposal will allow decentralized application developers to optimize some particular operations, thus reducing energy consumption.
EIP 1014 allows you to interact with addresses not yet initialized on the blockchain.
EIP 1052 introduces new operational codes for hash generation for addresses.
Finally, EIP 1234 will postpone of one year the introduction of the “Difficulty Bomb” or the increasing level of puzzle difficulties in the mining algorithm used to reward miners with Ether on their own blockchain and will reduce the rewards for mining from 3 ETH to 2 ETH. A fifth EIP was also initially planned, the number 1283, which should have benefited smart contract developers by introducing a fairer pricing method for data storage (lower costs for SSTORE operations). Fortunately, security researchers like ChainSecurity have realized that the application of these “benefits” to the Smart Contracts already previously loaded in the blockchain, could generate vulnerabilities. In particular we refer to smart contracts that use a transfer () or send () function followed by a status change operation.

For this reason it was preferred to slightly delay the update in favor of a stable and above all safe update

* * * * * * * * * *

La seconda più grande biforcazione di Ethereum, Constantinople, è finalmente avvenuta il 28 febbraio 2019.
Intorno alle 19: 30 è stato minato il blocco numero 7.280.000 della blockchain Ethereum che ha fatto entrare in vigore l’aggiornamento tanto atteso che proietterà Ethereum in una “nuova era”.

Cos’è Costantinople?

Costantinople è un “hard fork” ovvero una scissione netta di percorso che Etherum ha cominciato a percorrere discostandosi dalla precedente Byzantium.

Quali sono le novità introdotte da Costantinople?

Costantinople porta con sé 5 Ethereum Improvement Proposal (EIP), necessarie per rendere meno brusca la transazione da un algoritmo di consenso Proof-of-Work (PoW) ad uno Proof-of-Stake (PoS), molto più efficiente da un punto di vista energetico, che ad oggi è programmato nel prossimo hard fork: “Istanbul”.

Cosa è un Ethereum Improvement Proposal?

Le Ethereum Improvement Proposals sono basate sul concetto che Ethereum è una rete open source di proprietà della sua stessa community. Non ci sono singole entità che decidono come aggiornare la rete. Ciò significa che chiunque all’interno della comunità può dare suggerimenti per migliorare la rete e questi suggerimenti assumono la forma di EIP (Proposte di miglioramento di Ethereum).

Quali sono le nuove EIP?

La proposta EIP 145 consentirà agli sviluppatori di applicazioni decentralizzate di ottimizzare alcune particolari operazioni, riducendo in tal modo i consumi energetici. EIP 1014 permette di interagire con indirizzi non ancora inizializzati sulla blockchain. EIP 1052 introduce nuovi codici operazionali per la generazione di hash per gli indirizzi. Infine EIP 1234 posticiperà di un anno l’introduzione della “Difficulty Bomb” ovvero il crescente livello di difficoltà dei puzzle nell’algoritmo di mining usato per premiare i minatori con Ether sulla propria blockchain e ridurrà le ricompense per il mining da 3 ETH a 2 ETH. Era, inoltre, inizialmente previsto un quinto EIP, il numero 1283, che avrebbe dovuto avvantaggiare
gli sviluppatori di smart contracts introducendo un metodo di determinazione dei prezzi più equo per l’archiviazione dei dati (costi inferiori per le operazioni SSTORE). Fortunatamente dei ricercatori di sicurezza come ChainSecurity si sono resi conto che l’applicazione di questi “benefici” agli Smart Contracts già caricati in precedenza nella blockchain, avrebbe potuto generare delle vulnerabilità. In particolare ci riferiamo a smart contracts che utilizzano una funzione transfer () o send () seguita da un’operazione di modifica dello stato.

Per questo motivo è stato preferito ritardare leggermente l’aggiornamento a favore di un aggiornamento stabile e soprattutto sicuro.

Francesca Brindisi